rotate-mobile
Cronaca Piazza Carlo III

Discariche sui tetti: i rifiuti finiscono sotto al cielo

Cartacce, sacchetti di plastica, bottiglie, porte di legno, pezzi di vecchie mobili, carcasse di colombi morti. Un'enorme mole di rifiuti che marcisce pericolosamente al sole e alle intemperie

Il repentino rialzo delle temperature provoca allarme tra la popolazione a causa di alcuni cumuli di rifiuti che appaiono nei vicoli del centro. Cumuli di spazzatura marciscono al sole tra piazza Carlo III, via Arenaccia, piazza Ottocalli ed il limitrofo mercatino rionale a ridosso di piazza Gian Battista Vico, una delle aree più popolose del centro cittadino.

Quotidiana è la battaglia dei commercianti per arginare la diffusione di topi e insetti che proliferano grazie a questa condizione di abbandono e degrado. I residenti tentano di rispettare gli orari per il deposito dei sacchetti, ma l'enorme mole di spazzatura invade anche la sede stradale, ed i rifiuti sono travolti dalle auto e dagli autobus di passaggio.

Per i napoletani sembra non esserci limite alla fantasia, ed ecco che si scopre che i tetti di numerosi edifici si sono trasformati in vere e proprie discariche a cielo aperto dove è possibile trovare di tutto: cartacce, sacchetti di plastica, bottiglie, porte di legno, pezzi di vecchie mobili, carcasse di colombi morti. Un'enorme mole di rifiuti che marcisce pericolosamente al sole e alle intemperie, poiché a distanza di settimane, nessuno si decide a rimuoverli, rischiando di provocare pericolosi veicoli infettivi. La scoperta è stata fatta da alcuni giovani studenti che hanno deciso di monitorare i tetti di vecchi edifici, e nel corso delle loro ricerche, hanno scoperto e fotografato l'ennesimo caso di pericoloso degrado verificatosi in città.


"Noi ci auguriamo che l'Amministrazione Comunale coinvolga anche gli amministratori dei palazzi nella lotta contro questo assurdo e diffuso fenomeno riscontrato in pieno centro cittadino", ha evidenziato Carlo, uno degli ideatori dell'iniziativa, "nella nostra città è bene evitare e proibire una simile usanza, che rischia di trasformare in discarica numerosi edifici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discariche sui tetti: i rifiuti finiscono sotto al cielo

NapoliToday è in caricamento