rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Pomigliano d'arco

Caos tamponi dopo Natale: "Dopo tre ore di fila ci hanno rispediti a casa per il blocco del terminale"

L'appello: "Evitare disagi e lunghe code"

Rispediti a casa, per il blocco del terminale, dopo tre ore di attesa per fare un tampone. La denuncia arriva da Pomigliano d'Arco e porta la "firma" del consigliere regionale Luigi Cirillo. Le farmacie - così come le altre strutture attrezzate per fare tamponi - sono stet letteralmente assaltate, dando vita ad un vero e proprio caos con lunghe file e disagi per gli utenti.

"Oltre tre ore di coda in auto per effettuare un tampone molecolare nel drive-in allestito a Pomigliano d’Arco presso il quale si fanno affluire residenti di ben sette comuni tra i più popolosi della fascia vesuviana. E come non bastasse, al culmine di un disagio che coinvolge oramai ogni giorno centinaia e centinaia di cittadini siamo stati rispediti tutti a casa per un non meglio precisato blocco del terminale.

In queste ore, con la nostra capogruppo Valeria Ciarambino, chiederò la convocazione urgente di una commissione Sanità, per fare il punto sulle iniziative e i provvedimenti che la Regione intende mettere in campo per evitare disagi e lunghe code ai cittadini che hanno necessità di effettuare tamponi", ha detto Cirillo sui social.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos tamponi dopo Natale: "Dopo tre ore di fila ci hanno rispediti a casa per il blocco del terminale"

NapoliToday è in caricamento