Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Prime grane per Manfredi: a Palazzo San Giacomo non ci sono più dipendenti

La macchina comunale negli ultimi 10 anni ha perso 7mila unità. L'esempio dei giardinieri: ne sono rimasti 45, dall'età media di 64 anni

Far ripartire la macchina comunale. È il primo obiettivo di Gaetano Manfredi da sindaco di Napoli. Si tratta di un'emergenza: il documento finanziario necessario per le assunzioni non è stato approvato e l'ex rettore rischia di trovarsi con un Comune deserto.

L’obiettivo è di assumere subito 80 nuovi dipendenti grazie al concorsone Ripam. Al momento ci sono 4650 dipendenti a tempo indeterminato, 350 a tempo determinato. Nel 2011 ce n'erano 12mila.

Mancano soprattutto persone a occuparsi di lavori "operai", tra giardinieri, elettricisti, vigili, educatori. E al 31 dicembre 2021 sono previsti addirittura altri 120 pensionamenti, in una parabola discendente che sta totalmente spogliando la macchina comunale.

È la categoria dei giardinieri quella in difficoltà più di ogni altra: sono soltanto 45, e con loro c'è un agronomo. La media è di 64 anni. Inoltre, il più recente dei mezzi a loro disposizione è stato messo in opera nel 1990. Ma anche i vigili urbani sono in difficoltà: dovrebbero essere 2300, sono meno di 1400, 562 dei quali over 60.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prime grane per Manfredi: a Palazzo San Giacomo non ci sono più dipendenti

NapoliToday è in caricamento