rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca

Truffa dei motori delle barche, denunciati due napoletani "in trasferta"

Ne hanno acquistati due da un venditore di Pistoia con un assegno falso da 37mila e 600 euro

Residenti a Napoli, due uomini di 57 e 58 anni sono stati denunciati per ricettazione e truffa. Avrebbero, secondo gli inquirenti, acquistato due motori per barche con un maxi assegno di quasi 40mila euro falso.

La vicenda risale allo scorso febbraio. I due comprarono i motori Suzuki per imbarcazioni dal titolare di un cantiere nautico, questo dopo essersi messi in contatto con lui attraverso un noto sito di scambi commerciali.

I due avevano pagato la merce - scambiata di persona al casello autostradale di Montecatini (provincia di Pistoia) - con un assegno da 37mila e 600 euro. Che però è risultato essere falso.

Alcuni giorni fa la polizia del commissariato di Pescia (dove era stata presentata la denuncia) è venuta a conoscenza che una persona di Catanzaro aveva contattato la sede centrale della Suzuki per fare verifiche sulle immatricolazioni dei due motori oggetto d'indagine. I poliziotti hanno quindi contattato la potenziale nuova vittima e si sono presentati all'appuntamento concordato con i truffatori, d'intesa con la squadra mobile di Napoli.

I motori sono stati ritrovati in un rimessaggio e sequestrati, mentre per i due complici è scattata la denuncia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa dei motori delle barche, denunciati due napoletani "in trasferta"

NapoliToday è in caricamento