La denuncia dei tassisti: "Cacciati dal Policlinico e abbandonati dal Comune"

Il sindacato Orsa: "Con la scusa dei lavori hanno chiuso lo stazionamento interno all'ospedale. Gli stalli sono stati spostati all'esterno, in una posizione pericolosa per noi e per gli utenti"

Pericolo di incidenti, rischio di investimento dei pedoni, aumento delle spese. Spostare lo stazionamento dei taxi dall'interno all'esterno del Policlinico nuovo si è rivelato disastroso per i tassisti e pericoloso per gli utenti. "Siamo in questa posizione da venti giorni e abbiamo contato decine di cittadini che, usciti dalle nostre vetture, rischia di essere messo sotto" afferma Rosario Gallucci del sindacato Orsa. 

La strada in questione è via Pansini e la protesta degli operatori nasce per l'insolita scelta del Comune di Napoli di piazzare gli stalli di parcheggio sul lato sinistro della carreggiata, adiacente alla corsia di sorpasso di un'arteria percorsa spesso ad alta velocità. Il calvario comincia circa due anni fa quando, a causa di lavori interni alla struttura ospedaliera, lo stazionamento dei taxi fu chiuso: "Avevamo una posizione molto comoda, sia per noi che per la cittadinanza, all'interno del Policlinico - spiega Gallucci - Ci è stato detto che lo spostamento sarebbe stato solo temporaneo. I lavori sono conclusi, ma l'Azienda ci ha fatto capire di non volere il nostro rientro". 

Di fronte alle pressioni della categoria, il Comune ha effettuato diversi sopralluoghi. Alla fine, la scelta è caduta sul versante sinistro di via Pansini: "Anche in questo caso - prosegue il sindacalista - sulla delibera comunale è riportata la dicitura 'temporaneo', senza specificare quanto sia questo tempo". 

I problemi principali sono tre: "Quando dal nostro stazionamento dobbiamo entrare nel Policlinico, dobbiamo attraversare in diagonale da sinistra a destra tutta la carreggiata: è un reato del codice della strada che mette in pericolo sia noi che gli utenti. Inoltre, quando portiamo un passeggero all'interno della struttura siamo costretti, per tornare allo stazionamento ci mettiamo circa 20 minuti perché dobbiamo fare tutto il giro. Il terzo tema è che con noi all'esterno, dentro i cancelli dell'ospedale pullulano gli abusivi che si sintonizzano sulle nostre frequenze radio, intercettano le chiamate e ci rubano la corsa". 

La richiesta è quella di tornare all'interno del Policlinico: "Dopo due anni ancora non abbiamo capito il motivo per cui non ci vogliono all'interno". 

Sullo stesso argomento

Video popolari

La denuncia dei tassisti: "Cacciati dal Policlinico e abbandonati dal Comune"

NapoliToday è in caricamento