Marigliano: trovato il ladro seriale di auto

E' un 32enne del posto che ha utilizzato uno jammer per aprire le portiere delle auto parcheggiate lungo corso Umberto

Era diventato il terrore del corso principale di Marigliano. Aveva rubato all'interno di auto in sosta lo scorso 11 gennaio e adesso i carabinieri sono riusciti ad identificarlo. I militari hanno scoperto che a mettere a segno i colpi è stato un 32enne del posto e l'hanno denunciato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Circa un mese fa aveva rubato all'interno di due auto, parcheggiate su corso Umberto, delle borse, denaro contante ed effetti personali. L'uomo utilizzava uno jammer per aprire le porte disturbando le frequenze delle chiusure centralizzate. Durante la perquisizione nella sua abitazione sono stati trovati anche gli abiti utilizzati durante i furti oltre che documenti di circolazione falsi ed una targa estera.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv? Arriva il chiarimento

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Uomo investito mentre attraversa sulle strisce pedonali: la scena ripresa dalle telecamere (VIDEO)

  • I 5 migliori ristoranti di pesce di Pozzuoli

  • Quindicenne investita, la verità nella scatola nera dell'auto. Il 21enne: “Sono distrutto”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento