menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abusivismo: edificio nuovo a posto di rudere, 25 denunce a Giugliano

Avevano costruito una struttura poi concessa in affitto al Comune per ospitare un plesso delle scuole materne ed elementari, sostenendo che sull'area insisteva un vecchio rudere da ristrutturare. L'edificio è stato sequestrato

Denunciate 25 persone tra amministratori comunali di Giugliano, funzionari del Comune, imprenditori edili, nonché i titolari di un immobile costruito e poi concesso in affitto al Comune per ospitare un plesso delle scuole materne ed elementari, sostenendo che sull'area insisteva un vecchio rudere da ristrutturare. Ma quest'ultimo, secondo l'accusa dei carabinieri di Giugliano, non è mai esistito.

L'edificio è stato sequestrato ma è stato concessa la facoltà d'uso per consentire ai bambini di proseguire le lezioni.

La vicenda ha inizio nel 2005 e va avanti fino al 2008, quando viene stipulato il contratto di affitto al Comune dopo alcuni passaggi di proprietà. Nel 2005 il terreno viene acquistato dai parenti di un ex consigliere comunale di Giugliano che successivamente, secondo i carabinieri della Compagnia di Giugliano, coordinati dal capitano Alessandro Andrei, presentano una dichiarazione di inizio attività per la ristrutturazione dello stesso rudere. Ma il rudere, dicono gli investigatori che hanno fatto anche ricorso a immagini rilevate con il satellite, non c'era in quella zona.

Alla documentazione presentata al Comune viene infatti la foto di un altro stabile fatiscente, che però insiste su un altro suolo agricolo. Quindi, si avviano le opere e si realizzavano due strutture da circa 600 metri complessivi che vengono poi date in affitto al Comune per allocavi un plesso della scuola materna ed elementare del IV circolo didattico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Omicidio Cerrato, la moglie: “Erano dei vigliacchi”

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento