menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il degrado dei porticati attorno alla Galleria Principe di Napoli

Clochard, disperati, senza fissa dimora. Ogni sera gli extracomunitari si contendono i "posti migliori" per passare la notte. Cumuli di rifiuti attorno ai porticati. Mura usate come orinatoio a cielo aperto

I porticati antistanti la storica Galleria Principe di Napoli, di fronte al Museo Nazionale, nel centro della città, sono diventati, da anni, rifugio per clochard ed extracomunitari. Disperati, senza fissa dimora. In pratica, i cosiddetti "invisibili". Quelli che la gente fa finta di non vedere, ma la cui presenza è un pugno nello stomaco.


Cumuli di rifiuti vengono prodotti ogni sera e accatastati nei pressi della Galleria, le cui mura sono utilizzate come orinatoio a cielo aperto. Un puzzo indescrivibile il corollario a tanta incuria e tanto degrado. I senza tetto "prenotano" i posti migliori piazzandovi già dalle prime ore della sera i propri poverissimi effetti personali, nascondono le coperte in punti poco accessibili, temendo anche furti tra disperati, e guardano in cagnesco ogni nuovo venuto, potenziale "nemico" in quella che, spesso, diventa una guerra tra poverissimi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

social

Lotto, estrazione di martedì 11 maggio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento