rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Miano

Cimitero nel degrado, la denuncia è virale: "Resti mortali in bella vista e lapidi crepate"

Chiesto intervento urgente delle istituzioni

Lapidi murarie spaccate e resti di scheletri a vista; cedimenti parietali in corrispondenza dei loculi; radici di alberi che sollevano percorsi pedonali creando pericolosi dossi; ingente quantità di fogliame malamente accantonata ai piedi degli alberi fra i monumenti funebri privati rendendoli non accessibili tanto che i cittadini si dotano in proprio di scope per aprire i varchi e avvicinarsi alle cappelle.

E ancora, aiuole infestate da erba incolta utile ambiente per insetti, zanzare e blatte, sì come le aree non ancora in uso dedicate alle inumazioni; fontane che perdono o che erogano acqua che schizza ovunque, accomodate da tubi in gomma per orientarne il flusso mentre pozzetti di scolo, senza griglie, sono otturati da fogliame o da colature di cemento. 

Così si presenta il cimitero comunale di Miano in una ordinaria domenica di apertura al pubblico a quanto denuncia un cittadino che si e rivolto al deputato dell’alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli. “Il sito, già agli onori della cronaca per i crolli di alberi che negli anni scorsi hanno distrutto loculi e cappelle oltre che per il degrado che lo distingue, è uno schiaffo alla sensibilità di chiunque lo frequenti“, ha raccontato il segnalante.

“Va fatto il punto della situazione (tragica) con la direzione e gli uffici comunali preposti. Degli interventi ora sono urgenti ma non si può pensare di risolvere un problema soltanto quando si è in piena emergenza, serve un programma di manutenzione ordinaria, che ora manca del tutto. La situazione di Miano è lo specchio della realtà dei cimiteri cittadini, i quali, in quanto luoghi di sepoltura, dovrebbero godere di ben altre attenzioni, e delle periferie, sempre più abbandonate al degrado.”, ha detto Borrelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimitero nel degrado, la denuncia è virale: "Resti mortali in bella vista e lapidi crepate"

NapoliToday è in caricamento