rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Cimiteri nell'incuria, arriva la richiesta di risarcimento al Comune

Dall'Atduc accusano: "Persi 10 milioni di euro in trenta anni per pratiche di concessione non riscosse". Documento di accusa e Class Action in atto per chiedere 3 milioni di euro

Proteste dell’Atduc (Associazione degli utenti cimiteriali) contro il Comune di Napoli, accusato di cattiva gestione dei cimiteri. Oltre alla denuncia di degrado, dall’associazione accusano il Comune di aver perso circa 10 milioni di euro in trent’anni. A darne notizia è Paolo Barbuto dalle pagine del quotidiano il Mattino che riporta le dure parole del Presidente dell’Atduc, Vincenzo Ricciardi, secondo il quale in tre decenni le pratiche di concessione non riscosse sarebbero oltre 1600 al costo anche di 6000 euro l’una.

Con la class action appena messa in atto, i cittadini unitisi all’associazione chiedono un risarcimento di tre milioni di euro. Il documento che presentano si articola in sette punti chiave che vanno dalla denuncia delle difficoltà di movimento all’interno delle aree  cimiteriali per i portatori dei handicap alle più vecchie battaglia sull’ampliamento delle aree destinate all’inumazione, oltre che la richiesta della gratuità della cremazione e l’adozione di una “Carta servizi” che sarebbe già prevista dalla legge del 1995, mai varata a Napoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimiteri nell'incuria, arriva la richiesta di risarcimento al Comune

NapoliToday è in caricamento