Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Defend Europe" a Napoli, scontri con antifascisti davanti al Municipio

 

E' stato necessario il cordone di polizia e carabinieri per evitare che antifascisti ed esponenti di destra venissero a contatto questa mattina in piazza Municipio, in occasione della manifestazione organizzata dal movimento nazionalista internazionale "Generazione identitaria". 

Sul palco di fortuna allestito a via Verdi, causa la non concessione di una sala nel palazzo del Consiglio comunale, Lorenzo Fiato, 23enne leader europeo del movimento che sta girando l'Italia per spiegare la missione "Defend Europe". Si tratta di una nave che questa estate ha solcato le acque che separano la Libia e l'Italia per monitorare le attività di soccorso ai migranti delle Ong. L'associzione di estrema destra ha criticato aspramente l'operato delle organizzazioni uanitarie, colpevoli, secondo Fiato, di portare in Italia migranti economici e non profughi. 

"Non potevamo permettere in questa città una manifestazione di un movimento fascista e contrario alla salvaguardia dei diritti umani" replicano i centri sociali, attivi con una contromanifestazione in piazza Municipio. Attimi di tensione si sono avuti durante il comizio di Generazione identiraria, quando alcuni esponenti di destra hanno reagito ai cori cercando lo scontro. L'ex presidente del Consiglio provinciale di Napoli, Luigi Rispoli (Pdl), è stato allontanato con la forza dalla polizia. 

Il contatto tra le due fazioni si è rischiato anche al termine della manifestazione. Le forze dell'ordine hanno accerchiato i giovani dei centri sociali impedendo loro qualsiasi movimento, mentre in piazza sfilava la controparte. Ancora tensioni in via Cervantes, quando alcuni esponenti della destra cittadina hano nuovamente provato a rispondere ai cori cercando lo scontro fisico. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento