rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Chiaia / Via Francesco Caracciolo

De Magistris: "Ztl necessaria, il traffico deve diminuire"

Il sindaco ieri in consiglio comunale: "Indietro non si torna, semmai le zone a traffico limitato aumenteranno". Il disegno strategico è chiaro: rendere vivibile la città

Luigi de Magistris non ha dubbi: "Migliorare la qualità della vita dei cittadini è un mio dovere, noi non abbiamo chiuso la città ma l'abbiamo aperta alle persone". Presente al dibattito monotematico sulla Ztl, ieri il sindaco ha precisato ancora una volta che indietro non si torna. Semmai le zone a traffico limitato aumenteranno.

I dati delle centraline rilevatrici di smog danno ragione al sindaco e all'amministrazione. Come spiega Elena Romanazzi dalle pagine del mattino, da quando è entrata in vigore la Ztl centro storico solo quattro volte a Museo, punto chiave, si è superato il livello di soglia, 4 volte contro le 174 del 2009 con le conseguenti misure, targhe alterne e altro. Un rischio che ora non si corre più.

Anche l'assessore Donati è dello stesso pensiero: "Bisogna ridurre il traffico del 30% se vogliamo che Napoli rientri nei limiti". Numeri alla mano: nel centro si è passati da 21mila autoveicoli a 6mila veicoli al giorno (solo gli autorizzati). "Ora  deve essere avviata la fase due, la riqualificazione del lungomare e del centro".

Quanto alla Ztl del Mare, il provvedimento definitivo verrà concertato con le associazioni, con i residenti, con le associazioni. Infine, il potenziamento dei trasporti. "Stiamo facendo il possibile - affermano sia la Donati che De Magistris - per tenere aperta la metro e la funicolare a partire da giovedì e fino a domenica fino alle 2 di notte".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Magistris: "Ztl necessaria, il traffico deve diminuire"

NapoliToday è in caricamento