menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi de Magistris

Luigi de Magistris

De Magistris: "Ribadiamo il no a nuove discariche o ampliamenti"

Il sindaco smentisce la notizia. Discariche o ampliamenti dei siti già aperti non sono tra i nostri obiettivi". Si punta su differenziata e compostaggio

Ancora una volta il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris conferma il suo secco NO a nuove discariche sul territorio partenopeo o ad ampliamenti dei siti già esistenti: “È falsa e priva di fondamento la notizia oggi apparsa su alcuni organi di informazione secondo cui il Comune di Napoli avrebbe intenzione di aprire nuove discariche oppure di ampliare quelle esistenti in città” afferma il primo cittadino, che comunica in una nota: “ Si tratta di notizie che hanno un effetto destabilizzante e che denotano un atteggiamento di irresponsabilità da parte di chi le veicola. Questo è infatti un momento delicato in cui l’amministrazione è impegnata nello sforzo di superare definitivamente la logica dell’emergenza e sta cercando di attuare l’ampliamento della differenziata porta a porta: un tipo di informazione di tal natura, fondata sulla illazione, è dunque un danno a chi sta lavorando per una nuova stagione ambientale” comunica De Magistris in una nota.

Il Sindaco sottolinea anche che colpevoli della sanzione giunta alla nostra nazione da parte dell’Unione Europea sono le scelte di chi ha governato città e regione in passato e che la nuova amministrazione ha imboccato strade alternative per una gestione virtuosa dei rifiuti. “Alla messa in mora dell’Italia da parte dell’Ue -di cui questa giunta non è responsabile poiché riguardante scelte di passate amministrazioni - il Comune di Napoli risponde procedendo sulla strada della differenziata e del compostaggio, come richiesto da sempre dalla stessa Ue, e su quella del trasferimento temporaneo dei rifiuti per nave all’estero. Discariche ed inceneritori, che non risolvono il problema, non sono tra i nostri obiettivi”.

Quello che resta da capire è se anche la Provincia, cui spetta l’ultima parola in materia di discariche (come quella di Chiaiano, ad esempio, contro la quale in questo momento c’è grande mobilitazione e davvero poca trasparenza rispetto al futuro che l’aspetta) sia d’accordo con De Magistris.

Il sindaco si è poi espresso sul video di Tele Padania con il quale si prendono di mira i cittadini partenopei su vari argomenti, dalla raccolta differenziata alla emissione degli scontrini fiscali. "Non ho visto il video perché ho cose più importanti da fare. Devo rispondere al nulla perché, come ha detto Napolitano, la Padania non esiste. Quindi Tele Padania è una televisione di qualcosa che giuridicamente non esiste. Sono molto orgoglioso di essere italiano e allo stesso tempo di essere napoletano, noi pensiamo alle cose serie e su quelle lavoriamo con grande fatica. Preferiremmo avere più uno spirito di unità anche da quelle frange del Nord che hanno atteggiamenti solo egoistici perché con l'unità, con l'unione delle forze, possiamo far ripartire l'Italia intera".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Attualità

Sorpresa per Serena Rossi a Canzone Segreta: "Non sapevo niente, vi giuro"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento