De Magistris e il provvedimento anti-Covid 'misterioso': "Faremo capire al Paese che è il festival dell'ipocrisia"

Il sindaco parla di "arrivare a 150 strade", ma ne esclude la chisura. "Di fronte all'inerzia da parte di chi può decidere, faremo un provvedimento che metterà in luce l'unico punto di equilibrio in tutto questo"

 

"Ribadisco che non è all'ordine del giorno la chiusura di una strada", spiega Luigi de Magistris a proposito del provvedimento che il Comune di Napoli ha in cantiere per affrontare l'emergenza Covid-19 in città. "Noi - prosegue il sindaco - non facciamo provvedimenti inutili per prendere in giro il nostro territorio, provvedimenti che addirittura vanno a favorire gli assembramenti e che sono peraltro ingestibili per le forze di polizia. Solo persone prive di buonsenso possono immaginare provvedimenti così".

"Di fronte all'inerzia da parte di chi può decidere, faremo un provvedimento che metterà in luce l'unico punto di equilibrio possibile in tutto questo. Ieri il prefetto mi ha segnalato 50 strade, probabilmente arriveremo a 150 strade entro domani. Sarà un provvedimento - conclude il sindaco senza entrare comunque nel dettaglio delle sue decisioni - che ci metterà in condizione di far capire a tutto il Paese che stiamo vivendo il festival dell'iprocrisia".

La fake news del divieto di circolazione

Stamane forti polemiche da parte dell'amministrazione nei riguardi di un quotidiano che ha diffuso una notizia definita da Palazzo San Giacomo "totalmente falsa ed inventata", ovvero il sopraggiungere di un'ordinanza sindacale di “divieto di circolazione pedonale esteso a tutto il territorio cittadino” con le “strade aperte solo alle auto”.

L’amministrazione comunale ha "smentito categoricamente la notizia" che è "destituita di ogni fondamento". “Oggi è stata pubblicata una inqualificabile fake news", sono state le parole a commento del sindaco Luigi de Magistris, "che produce l’effetto di disorientare l’opinione pubblica".

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento