De Magistris: “A chi aspettiamo. Servono misure più rigorose”

Il sindaco spinge affinché il Governo dichiari il lockdown

“A chi aspettiamo? Capisco che ci sono responsabilità politiche di chi doveva fare cose e non le ha fatte, di chi non ha messo in campo azioni per ristorare le persone in difficoltà, ma in questo momento non ci sono alternative alle misure più rigorose. Se vogliamo interrompere il contagio bisogna adottare le misure più severe, oltre a quelle più forti per aiutare i settori in difficoltà”. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ai microfoni di Mariù Adamo in un’intervista realizzata per Mattina 9, il morning show in onda su Canale 9 - 7 Gold.

“Da un mese abbiamo annunci per un lockdown imminente regionale e nazionale e poi non si sa per quale motivo non è stato fatto. Registriamo tutti testimonianze drammatiche, appelli di medici e infermieri. Vedo una situazione preoccupante fuori dagli ospedali. Sarà impossibile interrompere immediatamente il contagio ma - ha concluso il Sindaco - bisogna frenarlo per consentire a medici e infermieri di tutelare la salute delle persone”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, quali sono i sintomi spia e cosa tenere in casa: risponde il medico di base

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

  • Il Tar boccia il ricorso contro l'ordinanza regionale: le scuole restano chiuse

Torna su
NapoliToday è in caricamento