rotate-mobile
Cronaca

De Luca attacca le forze dell'ordine sulle mascherine: “Impegno nei controlli scomparso”

“Non sono preoccupato, sono preoccupatissimo” ha aggiunto il governatore che chiede “l'indignazione pubblica” per chi non indossa la mascherina

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca ha utilizzato la presentazione del nuovo treno “Rock” di Trenitalia per continuare a parlare del tema principe delle sue ultime uscite pubbliche: l'uso delle mascherina. De Luca continua a chiederne l'utilizzo costante pena il ritorno del contagio a settembre. "Eav e le altre aziende di trasporto regionale debbono seguire l'esempio di Trenitalia, e bloccare i mezzi dove ci sono passeggeri senza mascherina. Bisogna indicarli all'indignazione pubblica. Sono cafoni incivili, che mettono a rischio la salute degli altri. Se il Governo apre, com'è giusto, alla mobilità interregionale dobbiamo prevedere comportamenti responsabili da parte dei cittadini. Altrimenti avremo un ritorno del contagio a settembre". Una “messa all'indice” di chi non utilizza la mascherina ritenendo questo comportamento il modo per far ripartire il contagio.

L'attacco alle forze dell'ordine 

De Luca ha poi attaccato anche le forze dell'ordine accusandole di aver abbassato l'attenzione. Addirittura ha parlato di “impegno scomparso” da parte loro. "Serve più impegno da parte delle forze dell'ordine, che nei controlli anti-epidemia è completamento scomparso. Non è possibile. Le polizie municipali devono essere attivate, vorrei che si ricreasse un clima di attenzione, perché davvero rischiamo di farci male. Gli ultimi contagi che abbiamo registrato riguardano arrivi dalla Serbia, dalla Romania, dal Brasile, dal Venezuela. È chiaro che ci dev'essere un controllo rigoroso alle frontiere. Per quello che mi riguarda bisogna mettere i controlli anche per chi viene dagli Stati Uniti: è incredibile che abbiamo il Paese a più alto livello di contagio e non vi sono barriere per chi arriva dagli Usa. Non può reggere una situazione del genere".

Ordinanza per chiudere i negozi dove non si usa la mascherina

Infine l'ultima stoccata del presidente della Regione arriva per i negozi. Ha annunciato un'ordinanza con la quale verranno chiusi gli esercizi commerciali dove non viene utilizzata la mascherina dagli addetti alla vendita e dai clienti. "Pronta una nuova ordinanza per la chiusura dei negozi dove non solo gli addetti, ma anche i clienti, non usano le mascherine di protezione. Non sono preoccupato, sono preoccupatissimo - ha aggiunto De Luca - a settembre, con la ripresa delle scuole, si rischia la ripresa del contagio e a quel punto si dovrà chiudere tutto".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca attacca le forze dell'ordine sulle mascherine: “Impegno nei controlli scomparso”

NapoliToday è in caricamento