Cronaca

Vaccini, l'appello di De Luca: "Se ci impegniamo, ad ottobre fuori dall'emergenza"

Le parole del governatore sull'emergenza legata al Coronavirus

Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania dopo qualche settimana di sosta è tornato ad aggiornare, via social, i campani sull'emergenza Coronavirus. Nel corso della diretta, in particolare, ha spiegato: "Dobbiamo concludere la vicenda Covid. Tra luglio e agosto abbiamo retto bene soprattutto perché abbiamo anticipato le vaccinazioni nei luoghi turistici, con tre mesi di anticipo. L'inizio di settembre ci dirà quale sarà la ricaduta sulla regione del periodo festivo. Ci sono stati momenti di scarsa responsabilità con festi, eventi di vario tipo. Si sapeva che ci sarebbe stato un aumento dei casi, nel lasciare spazio alle attività commerciali. Siamo gli unici in Italia dove la mascherina Rinnovo l'invito a rispettare l'obbligo della mascherina anche all'esterno, dove ci sono assembramenti".

Poi su i vaccini: "Oggi voglio lanciare un messaggio semplice. Se i concittadini ci danno una mano e si impegnano a vaccinarsi tra settembre e ottobre a ottobre potremmo uscire dall'emergenza. Basta un piccolo impegno per tornare alla vita normale. Questo dipende solo da noi. Vi prego di riprendere in massa. Due mesi e ci riprendiamo la vita. Ma se non c'è senso di responsabilità ci trasciniamo in questo calvario. Più passa il tempo e più verranno fuori altre varianti".

Inoltre, De Luca ha parlato del ritorno a scuola: "Sulla scuola abbiamo deciso di riprendere in presenza. L'unica garanzia è il vaccino. Dobbiamo completare le vaccinazioni per i ragazzi delle superiori. Voglio ringraziare il personale scolastico che ci ha permesso di essere i primi in Italia. Noi punteremo a completare per le medie-superiori, per gli altri procederemo con i tamponi salivari che possono essere fatti anche in famiglia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, l'appello di De Luca: "Se ci impegniamo, ad ottobre fuori dall'emergenza"

NapoliToday è in caricamento