De Luca sulle aggressioni al 118: "Prendiamo i delinquenti e buttiamoli in galera"

"Non possiamo avere delle pattuglie a ogni angolo di strada o a tutela di ogni singola ambulanza"

 "Prenderemo le misure necessarie per tutelare gli operatori ma dovremo chiedere anche alle forze dell'ordine di usare il pugno di ferro verso delinquenti irresponsabili". Sono le parole del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, intervenuto a margine della Giornata mondiale del donatore sull'emergenza aggressioni nei confronti di operatori del 118.

"Certo non possiamo avere delle pattuglie a ogni angolo di strada o a tutela di ogni singola ambulanza. Serve una crescita in termini di civiltà ma quando non ci sono insegnamenti in famiglia, a scuola o nei luoghi di lavoro, a quel punto deve intervenire la repressione. Prendiamo i delinquenti e buttiamoli in galera, altrimenti dovremmo perdere anni a insegnare anche le regole minime del vivere civile e non possiamo permettercelo", sono le affermazioni di De Luca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

Torna su
NapoliToday è in caricamento