rotate-mobile
Cronaca Marigliano

Maltempo, alberi caduti e allagamenti: sfiorata la tragedia nel Napoletano

Come da previsioni, l'intera provincia è nella morsa del maltempo

Dalle prime ore dell'alba il maltempo - così come da previsioni - ha creato non solo i primi disagi, ma anche i primi danni. In diversi comuni della provincia di Napoli, infatti, si registrano allagamenti e alberi sradicati dal forte vento. In particolare, situazioni critiche sono state registrate a Marigliano, Marano e Giugliano. Diverse le foto comparse sui social, con i cittadini che si dicono preoccupati per lo stato in cui versano le strade.

Intanto resta in vigore l'allerta meteo diramata ieri dalla Protezione Civile. In molti comuni i sindaci - oltre a chiudere parchi e scuole - consigliano di non uscire dalle proprie abitazioni se non per stretti casi di necessità.

Allerta meteo per tutta la giornata

Il Centro funzionale multirischi della Protezione civile della Regione Campania ha emesso un avviso di allerta meteo idrogeologica ed idraulica valido su tutte le zone del territorio regionale a partire dalle 0.00 fino alle 23.59 di martedì 22 novembre. Il livello di criticità è di colore "arancione". 

Sulla zona 1 (Piana campana, Napoli, isole, area vesuviana), in particolare, si prevedono "precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio e temporale, localmente di moderata o forte intensità. Venti tendenti a molto forti con raffiche da sud/sud-ovest. Mare tendente a molto agitato o grosso con mareggiate lungo le coste esposte".

Questi i principali scenari di evento ed effetti al suolo:

- Instabilità di versante, localmente anche profonda, frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango;

- Significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, possibili voragini per fenomeni di erosione;

- Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;

- Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni);

- Scorrimento superficiale delle acque nelle strade e possibili fenomeni di rigurgito delle acque piovane con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse;

- Occasionali fenomeni franosi e possibili cadute massi per condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, per la saturazione dei suoli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, alberi caduti e allagamenti: sfiorata la tragedia nel Napoletano

NapoliToday è in caricamento