menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terzigno, gli albergatori vesuviani denunciano i danni. Bertolaso: "Fidatevi dello Stato"

Una delegazione ricevuta oggi in Prefettura durante la riunione del tavolo tecnico. Nei presidi dei comitati civici, poche presenze. Arrivano altri camion di terreno vegetale per coprire lo sversatoio e cercare di eliminare i miasmi

Anche il turismo, si sa, sta pagando le conseguenze dell'emergenza rifiuti in Campania. Gli albergatori della zona vesuviana denunciano infatti i gravi danni dovuti alla discarica Sari e dalle proteste in atto.

Portavoce è il sindaco di Boscoreale Gennaro Langella, arrivato al presidio della rotonda di via Panoramica. “Oggi alle 12 una delegazione sarà ricevuta in Prefettura durante la riunione del tavolo tecnico. Si tratta di un migliaio di persone coinvolte e occorre trovare una forma di ristoro per evitare conseguenze occupazionali".

Langella ha nominato propri tecnici di fiducia, insieme agli altri sindaci della zona vesuviana, che affiancheranno quelli della Protezione civile per l'analisi del terreno e delle acque ed appurare lo stato ambientale nella zona della discarica Sari.

Intanto la scorsa notte la situazione si è mantenuta tranquilla. Nei presidi dei comitati civici, poche presenze. Sono arrivati anche altri camion di terreno vegetale per coprire lo sversatoio e cercare di eliminare i miasmi provenienti dalla discarica. Inoltre, sono state installate altre centraline per il controllo ambientale.

Sempre per questa mattina sono annunciati alcuni cortei pacifici diretti alla rotonda di via Panoramica dove sono giunti già gli studenti dell'istituto tecnico commerciale Vesevus di Boscoreale.

Intanto il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, al suo arrivo in Prefettura a Napoli ha dichiarato: "Per tornare alla normalità i cittadini dei paesi vesuviani non devono fare nulla di particolare, devono dirci che sono d'accordo con il piano, fidarsi dello Stato, ritenere il documento ufficiale e portarlo avanti". In merito all'assenza di scontri nelle ultime due notti, "era quello che noi auspicavamo e cioé che gli scontri finissero. Abbiamo chiesto ai sindaci di fare in modo che i facinorosi e i malintenzionati venissero separati o isolati dalle persone perbene. Mi pare che sia accaduto e abbinandolo al nostro lavoro di dialogo, persuasione e distensione abbiamo raggiunto un primo risultato significativo. Quando si è più sereni e tranquilli si può lavorare, dialogare e negoziare con maggiore facilità", ha concluso Bertolaso.

L'autunno caldo dei rifiuti in Campania

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento