Cronaca

Massimo D'Alema a Pomigliano: "I licenziamenti? Una ritorsione"

Il leader del Pd a margine di un incontro con i lavoratori della Fiat. "La decisione ha un sapore ritorsivo stile anni Cinquanta, non certo degna di una grande azienda"

Massimo D'Alema © Tm NewsInfophoto

La decisione della Fiat de mettere in mobilità 19 lavoratori della newco Fabbrica Italia Pomigliano "ha un sapore ritorsivo stile anni Cinquanta, non certo degna di una grande azienda". Queste le parole di Massimo D'Alema a margine di un incontro con i lavoratori della Fiat a Pomigliano d'Arco nella sede locale del Pd, al quale stanno partecipando anche i segretari territoriali e regionali di alcuni sindacati, fra i quali Fim Cisl, Fiom e Uilm.


"Non sono qui per le primarie ma per i lavoratori", dice D'Alema. "Ho già incontrato i lavoratori della Fincantieri, dell'Irisbus. E' da quando faccio politica che incontro i lavoratori. Per me è una cosa normale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massimo D'Alema a Pomigliano: "I licenziamenti? Una ritorsione"

NapoliToday è in caricamento