Ctp Napoli, Usipe Tpl: “Situazione insostenibile, subito fuori i responsabili”

Saltano gli stipendi degli autisti per mancanza di copertura. Entro il cinque di settembre il pagamento.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Lo afferma una nota del sindacato Usipe coordinamento Tpl regionale Campania. "Dalle notizie in nostro possesso, infatti, la già difficile situazione in cui versa la compagnia di trasporto provinciale è in questi ultimi tempi letteralmente precipitata. L'azienda, che conta ben oltre 1.400 dipendenti e 'vanta', con una percentuale del 34,7%, il primato regionale in termini di viaggiatori non paganti, è dall'inizio dell'anno che la Ctp paga gli stipendi a singhiozzo. Ultimo in termini di tempo - puntualizzano dal sindacato autonomo - è lo slittamento al cinque di settembre per lo stipendio relativo al mese di agosto.

E' chiaro ed evidente che c'è qualcosa che non quadra. Gli autisti sono inferociti sottolineano dai vertici dell'Usipe tpl campania - ma allo stesso tempo esausti da questa situazione che ormai si sta presentando sempre molto frequente. Nei tre depositi di Pozzuoli, Arzano e Teverola, "ci sono assemblee spontanee" ma pacifiche ma sempre fermi nella realtà in segno di dissenso. Lo stipendio è sacro e quando il 27 del mese passa in sordina, questo è un calpestamento dei diritti dei lavoratori.

Attendiamo - conclude la nota dell'Unione sindacale dei Lavoratori Usipe tpl campania - con fiducia il giorno cinque di settembre, ma comunque non abbasseremo la guardia, in qualunque i casi, chiederemo con un esposto, chi sono i responsabili di questo disagio, oltre che nel caso di un ulteriore slittamento, attiveremo le procedure previste per legge in materia di tutela dei conflitti collettivi che, al momento non sembra corretto avviare, ma attendere quantomeno il termine indicato dal pres. Ratto della Ctp.

Torna su
NapoliToday è in caricamento