rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024

Crollo Torre del Greco: la procura apre un'inchiesta

Una palazzina di tre piani ha ceduto. Tre abitanti feriti, uno seriamente. Altri due passanti rimasti contusi

La Procura di Torre Annunziata ha aperto un'inchiesta sul crollo della palazzina di tre piani avvenuto questa mattina a Torre del Greco. Le indagini sul crollo sono affidate ai carabinieri della compagnia locale, mentre i rilievi sono stati effettuati dal Nucleo investigativo di Torre Annunziata. Al momento non sono state formulate ipotesi sulle cause del crollo.

Poteva essere una strage mentre fino ad ora il bilancio risulta estremamente positivo. Tre persone sono state estratte dalle maceria: una donna di 19 anni e due uomini, di cui uno ferito più gravemente. I tre sono in ospedale. In particolare, la ragazza ha raccontato di vivere con i suoi genitori che, per fortuna, non erano in casa. Nel crollo sono stati colpiti lievemente anche due passanti, tra cui una bambina trasportata al Santobono. Il Comune ha disposto l'evacuazione di alcuni palazzi adiacenti, operazione che vedrebbe coinvolti circa trenta residenti.

Al momento non risultano dispersi anche se si continua a scavare tra le macerie. Sull'episodio è intervenuta anche la premier Giorgia Meloni, a Pompei per l'inaugurazione del Frecciarossa che collega Roma a lla città degli scavi. La leader di Fratelli d'Italia ha parlato al telefono con il comandante dei Vigili del fuoco: "Seguo con apprensione la vicenda del crollo di una palazzina a Torre del Greco, in provincia di Napoli, e rimango costantemente aggiornata sulle operazioni di ricerca e soccorso. Ringrazio i soccorritori che in queste ore sono impegnati sul posto e rivolgo un pensiero di vicinanza alle persone coinvolte e ai familiari" ha scritto in un tweet.  

E' intervenuto anche il sindaco di torre Luigi Mennella: "Siamo in costante contatto con tutte le autorità preposte in merito al crollo che ha coinvolto la palazzina a tre piani di corso Umberto.In particolare, ci siamo immediatamente attivati per trovare soluzioni adeguate per le famiglie costrette a lasciare le loro abitazioni. Questa sera avremo un nuovo momento di incontro, in particolare con i responsabili della Procura, per fare un ulteriore punto della situazione in ordine soprattutto alle indagini in corso".

Durante il pomeriggio ci sono state diverse polemiche tra gli operatori dell'informazione, carabinieri e polizia. A giornalisti, fotografi e cineoperatori non è stato possibile avvicinarsi al crollo per documentare direttamente l'evento, mentre tutto il materiale video e fotografico è stato fornito dalle forze dell'ordine stesse. 

Video popolari

NapoliToday è in caricamento