Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Crollo in una scuola a Cardito: feriti due alunni e due maestre, non sono gravi

Evacuato il plesso 'Marco Polo' di via Marconi dove, durante l'orario di lezione, è crollata una parte del solaio di un'aula al primo piano. La prognosi per i quattro feriti è di dieci giorni

Scuola

E' stato evacuato il plesso 'Marco Polo' di via Marconi a Cardito dove, durante l'orario di lezione, è crollata una parte del solaio di un'aula al primo piano della scuola elementare provocando il ferimento di due maestre e due bambini, portati al pronto soccorso dell'ospedale di Frattamaggiore.

Lo si apprende dal portavoce del sindaco, Giuseppe Cirillo, che ha disposto l'evacuazione dello stabile ed emesso un' ordinanza di chiusura per la verifica statica della scuola. La classe che ospita la scuola ha 24 alunni mentre in tutto il plesso ci sono 400 studenti.

La prognosi per le due maestre e i due alunni feriti è di dieci giorni per ferite lacero contuse alla testa ed altri ematomi sul corpo. Le persone coinvolte nel crollo sono due bambini di sette anni e le insegnanti R. T., di 62 anni, e A. M., di 29, rispettivamente di Cardito e Caivano. L'aula interessata dal crollo è stata sequestrata.

"Assurdo ed inconcepibile". Così, in una nota, il presidente Legambiente Campania Michele Buonomo ha commentato l'accaduto. "Nei plessi scolastici - aggiunge Buonomo - i ragazzi ci vivono quotidianamente, studiano e non è possibile che invece rischiano la vita. La sicurezza degli edifici scolastici per le alunne, gli alunni e gli insegnanti deve essere elemento centrale nell'agenda di spesa delle politiche pubbliche, considerato che, come emerge dall'indagine di Ecosistema Scuola, le criticità degli edifici scolastici sono diffuse sul territorio regionale e nazionale". Secondo Buonomo, per questa ragione, "occorre un vero e proprio piano che affronti la questione in modo sistematico, al di là della parole. Le tragedie del passato non hanno insegnato nulla".
(ANSA)

AGGIORNAMENTI:

Sarebbero da addebitare alle infiltrazioni d'acqua le cause del crollo avvenuto intorno alle 11 di oggi nella scuola "Marco Polo" di Cardito. L'edificio che ospita l'istituto è stato dichiarato inagibile dai Vigili del Fuoco che hanno disposto sopralluoghi e controlli per verificare lo stato in cui versano gli altri solai della scuola. Non si esclude che il crollo sia stato determinato anche dalle eventuali vetuste condizioni dei solai, circostanza che dovrà essere verificata.
(ANSA)
LE DICHIARAZIONI DEL SINDACO DI CARDITO:
Sono stati momenti drammatici. Sono molto scosso da quanto successo. Il mio obiettivo è rendere sicure tutte le nostre scuole". Lo ha detto il sindaco di Cardito, Giuseppe Cirillo, che ha convocato per le 16,30, nella casa comunale, un vertice con i responsabili dell'ufficio tecnico e la dirigente scolastica per la verifica statica della scuola 'Marco Polo', dove è avvenuto il crollo, e degli altri edifici del territorio. "Quanto accaduto - aggiunge Cirillo - era un fatto imprevedibile, il nostro obiettivo è di garantire la piena sicurezza ai bambini e a chi lavora nelle nostre scuole".
(ANSA)
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo in una scuola a Cardito: feriti due alunni e due maestre, non sono gravi

NapoliToday è in caricamento