rotate-mobile
Cronaca Cardito

Crollo scuola a Cardito: la preside "evacuazione gestita bene e senza panico"

"Quello che è accaduto non era prevedibile, non ci sono stati segni precursori del crollo. Fortunatamente non ci sono state conseguenze particolarmente gravi, ma abbiamo sfiorato la tragedia"

"Quello che è accaduto non era prevedibile, non ci sono stati segni precursori del crollo. Fortunatamente non ci sono state conseguenze particolarmente gravi, ma abbiamo sfiorato la tragedia". E' quanto ha detto all'Ansa Lina Cantone, dirigente scolastica dell'istituto comprensivo "Marco Polo" di Cardito (Napoli), dove stamani due insegnanti e due alunni sono rimasti lievemente feriti a causa del crollo di una parte del solaio, avvenuto in un'aula delle elementari, durante le lezioni di italiano.
Ad avere la peggio è stata la maestra R. T., 62 anni, ancora sotto osservazione nell'ospedale di Frattamaggiore per un trauma cranico e un ematoma all'occhio. L'altra maestra, A. M., e i due scolari coinvolti nel crollo, sono stati dimessi.

"L'evacuazione è stata decisa poco dopo il crollo - prosegue la professoressa Cantone - e gestita con maestria dal personale docente, senza provocare panico. I ragazzi, seguendo quanto imparato nel corso sulla sicurezza tenuto di recente, hanno lasciato zaini e cappotti nelle aule e sono usciti all'esterno dell'istituto in maniera ordinata". Dopo l'evacuazione è stato effettuato anche un sopralluogo della Protezione Civile che ha prelevato gli effetti personali dei bambini per raggrupparli tutti in una sola aula. "I vigili del fuoco hanno transennato alcune zone della scuola, - dice ancora la professoressa Cantone - forse le segreterie saranno accessibili nei prossimi giorni". La scuola "Marco Polo" di Cardito è frequentata da 560 tra alunni e studenti, e ospita un asilo, una scuola elementare e una scuola media.
(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo scuola a Cardito: la preside "evacuazione gestita bene e senza panico"

NapoliToday è in caricamento