rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Chiaia / Riviera di Chiaia

Crollo alla Riviera di Chiaia, gli sfollati: "Trattati come bestie"

Molte famiglie hanno trascorso la notte nelle tende allestite da Croce Rossa e protezione civile nella vicina Villa Comunale. "Le stufe non funzionavano, le coperte non bastavano"

Una trentina di persone, sulle 150 sfollate dopo il crollo di un'ala del palazzo della Riviera di Chiaia, hanno trascorso la notte nelle tende allestite da Croce Rossa e protezione civile nella vicina Villa Comunale. Si tratta di alcuni nuclei familiari che risiedono a Vico Antonio Serra, stradina adiacente al palazzo interessato dal crollo di ieri. Tra loro anche anziani, bambini e una donna incinta.

La municipalità di Chiaia ha provveduto alla cena fornendo settanta pizze. Ma il giorno dopo la loro rabbia per i disagi subiti è tanta: "Non ci dormo più in tenda - dice Titina Fioretti, 81 anni - le stufe non funzionavano, le coperte non bastavano, mi sono congelata. Ho dormito senza cuscino, ci hanno portato qui alle due di notte e abbiamo avuto solo un po' di latte caldo; mentre per la colazione dobbiamo ringraziare polizia e carabinieri che hanno ceduto le loro merende ai nostri bambini. Se continua così - conclude - stasera torno a casa mia, tanto stare qui equivale lo stesso a morire".

Crollo alla Riviera di Chiaia © Tm NewsInfophoto


Crollo palazzo Riviera di Chiaia - Foto dal web


All'assistenza degli sfollati provvede il personale della Croce Rossa: ieri 50 volontari hanno fornito la loro opera, ma la preoccupazione principale - finché rimarrà gente in tenda - é rivolta a domani quando è attesa pioggia. "Nessuno ci ha detto niente fino ad ora - aggiunge un'altra signora sfollata con i suoi otto figli - su che fine dobbiamo fare. Siamo a digiuno e non ci possiamo lavare, nelle tende non ci torniamo. In questo momento ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni, eppure siamo uomini e non bestie". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo alla Riviera di Chiaia, gli sfollati: "Trattati come bestie"

NapoliToday è in caricamento