Cronaca Pompei

Pompei, crolla l'armeria dei Gladiatori: si accende la polemica

Il crollo ha interessato le murature verticali ricostruite, mentre parrebbe essersi conservata la parte più bassa, per un'altezza di circa un metro e mezzo. Per i turisti predisposto un percorso alternativo

Intorno alle 6 di questa mattina a Pompei è crollato l'intera  Schola Armaturarum Iuventutis Pompeianae, un edificio risalente agli ultimi anni di vita della città romana prima che l'eruzione la seppellisse.

Ad accorgersi del crollo i custodi. La Domus si trova sulla via principale, via dell'Abbondanza, quella maggiormente percorsa dai turisti, in direzione Porta Anfiteatro e pertanto è stato necessario predisporre un percorso alternativo per i tanti turisti.
Roberto Cecchi, segretario generale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha dichiarato: “Questo ennesimo caso di dissesto ripropone il tema della tutela del patrimonio culturale e quindi della necessità di disporre di risorse adeguate e di provvedere a quella manutenzione ordinaria che non facciamo più da almeno mezzo secolo”.

"Verosimilmente" afferma Cecchi, "il crollo ha interessato le murature verticali ricostruite, mentre parrebbe essersi conservata la parte piu' bassa, per un'altezza di circa m.1,50. E cioe', la parte che ospita le decorazioni affrescate, che quindi si ritiene che potrebbero essere recuperate. La Schola era stata bombardata nel corso della Seconda Guerra mondiale. Alla fine degli anni Quaranta, era stato restaurata completando della parte superiore delle murature e rifacendo la copertura".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pompei, crolla l'armeria dei Gladiatori: si accende la polemica
NapoliToday è in caricamento