rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Pompei

Pompei, crollo di fine anno: cede pilastro alla domus Loreio Tiburtino

La conferma della soprintendente di Napoli e Pompei Teresa Elena Cinquantaquattro. In corso un sopralluogo alla presenza delle forze dell'ordine. Il danno potrebbe essere stato causato dal forte vento

Nuovo crollo a Pompei come ha confermato la soprintendente di Napoli e Pompei Teresa Elena Cinquantaquattro. I tecnici hanno infatti riscontrato la caduta di uno dei pilastri del pergolato esterno della Casa di Loreio Tiburtino (Regio II, Insula II). Attualmente è in corso un altro sopralluogo alla presenza delle forze dell’ordine.

Il restauro della domus risale al 1980. Il pilastro a base quadrata, alto circa due metri per 40 cm di lato, potrebbe essere stato danneggiato anche dalle condizioni di forte vento nel clima che da 24 ore si registra nella cittadina. "La motivazione di questo cedimento - ha fatto sapere la Cinquantaquattro - la stabiliranno le forze ordine. Da circa due mesi i nostri uffici hanno avviato un cantiere diffuso in tutta l'area archeologica con fondi della soprintendenza".

L'ultimo crollo negli scavi si era avuto il 27 ottobre scorso nella domus di Diomende. L'allarme fu lanciato dalla Uil ma in quel caso la gravità fu subito ridimensionata dalla soprintendenza.

Pompei, crollo alla domus Loreio Tiburtino © Tm NewsInfophoto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pompei, crollo di fine anno: cede pilastro alla domus Loreio Tiburtino

NapoliToday è in caricamento