Cronaca Pianura / Via Comunale Masseria Grande

Frana a Pianura, il sessantenne Ciro Perrucci è una delle due vittime

L'uomo, molto conosciuto nel quartiere, viene ricordato anche dalla Parrocchia di Pianura come "'O Merican". E' stato ritrovato sotto le macerie accanto all'altra vittima del crollo

Aveva 61 anni Ciro Perrucci, detto 'o Mericano', molto noto nel quartiere di Pianura. L'uomo è stato trovato sotto le macerie in località Masseria Grande, in seguito al crollo avvenuto in un cantiere edile. Perrucci, al momento del ritrovamento, era al fianco del suo compagno di lavoro, seconda vittima del crollo, un giovane cittadino straniero la cui identità non è ancora stata diffusa. 

"Il nostro fratello Ciro non ce l'ha fatta, e con lui il giovane operaio di colore. Che il Signore accolga le loro anime", fanno sapere dalla Parrocchia San Giuseppe e Sant'Ignazio di Masseria Grande, dove Ciro Perrucci era conosciuto. 

A NapoliToday il parroco Victor Alozie spiega: "Era un uomo molto buono Ciro, era un mio parrocchiano. Era un uomo sempre disponibile ad aiutare tutti, aiutava la Parrocchia facendo tanti piccoli lavoretti. Era molto socievole. Oggi mi hanno riferito la notizia e sono andato in strada ma c'erano già i Vigili al lavoro: è stato per ore sotto terra. Ci mancherà molto". 

Crollo a Pianura, due operai morti (foto Romano)

Il crollo è avvenuto poco dopo mezzogiorno, ma ai Vigili del Fuoco sono state necessarie diverse ore per recuperare i corpi dei due operai rimasti intrappolati. 

La nota della Municipalità 9

"Oggi nella zona della Masseria Grande, tra via Caianiello e via Archimede, il crollo di un muro di contenimento ha ucciso due operai, tra cui Ciro Perrucci, un figlio di Pianura, molto conosciuto e apprezzato nel quartiere. Insieme a lui ha perso la vita un giovane operaio nordafricano, sulla cui identità sta indagando in questi minuti. Altri due operai sono rimasti feriti dal crollo, ma sono stati miracolosamente estratti vivi dalle macerie dai Vigili del Fuoco che sono intervenuti in forze, scavando anche a mani nude per cercare di salvare gli uomini rimasti sepolti nel crollo, su cui ci auguriamo la magistratura farà luce nelle prossime ore. Una notizia che ci lascia affranti e per la quale non ci sono parole. Ci stringiamo con vivissimo affetto alla famiglia di Ciro e del suo giovanissimo collega, augurandoci di non dover più commentare tragedie come questa". Così in una nota la IX Municipalità di Napoli Soccavo-Pianura. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frana a Pianura, il sessantenne Ciro Perrucci è una delle due vittime

NapoliToday è in caricamento