Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Torre annunziata / Rampa Nunziante

Crollo a Torre: riconosciuti Marco Cuccurullo e la madre Edy Laiola

Il sindaco Vincenzo Ascione ha rettificato la sua prima dichiarazione. Il primo corpo era quello del dell'architetto Cuccurullo. La terza vittima potrebbe essere lui, riconosciuto da uno dei soccorritori

I corpi di Marco Cuccurullo e Edy Laiola sono stati riconosciuti all'obitorio di Castellammare di Stabia. A darne notizia è sempre il sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione. Il primo cittadino, in un primo momento aveva dichiarato che la prima persona ritrovata era l'architetto in forze al comune oplontino. In realtà si trattava del figlio 25enne del professionista. Il giovane era tornato a casa poche ore prima del crollo. 

Continuano intanto i lavori per estrarre il terzo corpo. Secondo sempre quanto ha dichiarato il primo cittadino, si tratterebbe stavolta dell'architetto riconosciuto da uno soccorritori, ma considerata la concitazione dei momenti, il condizionale è d'obbligo e bisognerà aspettare il riconoscimento ufficiale presso l'obitorio stabiese. Le operazioni per estrarre il corpo della terza vittima sono tuttora in corso e si sono fermate per effettuare il cambio della squadra dei vigili del fuoco per la notte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo a Torre: riconosciuti Marco Cuccurullo e la madre Edy Laiola
NapoliToday è in caricamento