Crollo Incurabili, reparti chiusi e pazienti trasferiti

Vigili del fuoco e protezione civile sono stati stamane chiamati ad intervenire dopo un allargamento del cedimento avvenuto il 24 marzo scorso

Il trasferimento di tutti i pazienti dagli Incurabili ad altri ospedali è terminato alle 17,30 di oggi. Erano 23 le persone che si sono visti chiusi i reparti a causa dell'ampliarsi della voragine nel Complesso Santa Maria del Popolo degli Incurabili

L'esito del sopralluogo effettuato da vigili del fuoco e protezione civile sul Complesso, chiesto stamane dal commissario straordinario dell'Asl Napoli 1 Centro Ciro Verdoliva dopo l'allargamento del cedimento – avvenuto settimane fa – nella struttura, aveva portato all'interdizione di blocco operatorio e di Radiologia, Urologia e Medicina, con il trasferimento delle attività clinico-assistenziali presso altre strutture dell'Azienda sanitaria locale.

Paura agli Incurabili, nuovo crollo

"L'interdizione di diverse aree di servizio – ha spiegato il commissario – rende doveroso optare per un trasferimento verso altre strutture. Non avrebbe senso tenere qui dei pazienti se il blocco operatorio o il servizio di radiologia ed altre aree operative e di percorsi comuni non sono agibili. Nei prossimi giorni provvederemo anche al trasferimento delle opere d'arte e dei manufatti custodito nella farmacia storica".
Intanto le attività assistenziali momentaneamente dismesse dal Complesso Monumentale Santa Maria del Popolo degli Incurabili sono state trasferite all’Ospedale del Mare.

L'allarme relativo all'evoluzione del quadro fessurativo era stato lanciato questa mattina, con la convocazione di un tavolo operativo presso la struttura, cabina di regia ancora attiva per monitorare i procedimenti ed evitare disservizi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il crollo del 24 marzo ha interessato la volta di sostegno del pavimento retrostante l'altare maggiore della Chiesa di Santa Maria del Popolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice: gli errori che non sai di commettere, ma che paghi in bolletta

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • Torna l'ora solare: lancette indietro di un'ora

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - A centrocampo può restare Palmiero: "Decidono Gattuso e Giuntoli"

  • Giuseppe Vesi: "Non ci sono scuse per quello che ho fatto. Ora non esco di casa perchè ho paura"

  • Improvviso (e imprevisto) temporale su Napoli: tregua dall'afa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento