Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Crollo incurabili: quattro famiglie ancora senza casa

 

"L'accordo per lo spostamento delle persone sfollate dopo il crollo degli Incurabili rischia di lasciare fuori le persone più deboli". La denuncia arriva dal Comitato per il Diritto all'abitare che segnala la situazione di almeno quattro famiglie, sulle ventuno totali, che non riescono a trovare casa, nonostante il contributo congiunto di Regione Campania e Asl Napoli 1.

"Ci sono due ostacoli che alcuni nuclei familiari non riescono a superare - spiega Alfonso De Vito, portavoce del Comitato - Si tratta dei costi per il trasloco e della caparra da anticipare per poter entrare in un qualsiasi appartamento a Napoli". In effetti, secondo le testimonianze di Antonio Varriale e Rita Gigante, due tra gli sfrattati dopo il crollo, la cifra richiesta per i traslochi oscilla tra i 2.500 e i 4mila euro, mentre la somma richiesta come caparra può arrivare fino a 3mila euro. "Soldi che noi non abbiamo e senza non ci afittano la casa" afferma la signora Rita. 

Intanto, il 1 luglio è scaduto il termine che prevedeva la loro sistemazione in un albergo di Villaricca. Adesso, queste famiglie stanno pagando la struttura di tasca loro e il rischio è che, tra qualche giorno, non abbiano più un tetto sulla testa. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento