Crollo alla Galleria Principe di Napoli: nessun ferito

Area transennata dalla polizia municipale. Immobili di privati sotto verifica

Ancora un crollo, di lieve entità, a Napoli. Stavolta a cedere sono stati dei pezzi della Galleria Principe di Napoli. Alcuni frammenti della facciata sono caduti sulla strada, fortunatamente non provocando nessun ferimento. L'area è molto frequentata per la forte presenza di turisti che quotidianamente visitano il Museo archeologico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'area coinvolta 

Immediato l'intervento della polizia municipale che ha transennato tutta l'area tra piazza Museo e via Pessina. Secondo una prima ricostruzione dei vigili il crollo sarebbe avvenuto dagli immobili di alcuni privati e per questo la messa in sicurezza degli stessi è un loro onere. Messa in sicurezza che è stata imposta agli stessi in tempi brevi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento