rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Poggioreale

Crollo cimitero. Il Comune: "Ipotesi lavori della Metro. Situazione complessa"

L'assessore Cosenza: "Cedimento nella galleria sotterranea". Santagada: "Nessun problema di manutenzione, situazione molto complessa"

Potrebbero essere stati i lavori della metropolitana a causare il crollo di una palazzina del Cimitero di Poggioreale. Il Comune di Napoli la pone quasi come una certezza. La nota dell'assessore ai Lavori pubblici Cosenza non lascia spazio a molti dubbi: "Gravissimo quanto accaduto questa notte al cimitero di Poggioreale per il crollo verificatosi durante i lavori della Metropolitana alla galleria sotterranea al cimitero. Sono rilevanti i danni che subisce il Comune: adesso pretendiamo la messa in sicurezza immediata dei luoghi e la salvaguardia dei resti all'interno del cimitero". 

Sul posto si è recato l'assessore ai Cimiteri del Comune, Vincenzo Santagada: "Sono arrivato poco dopo il crollo, la situazione è molto molto complessa. Stiamo valutando i danni". A caldo si è parlato di incuria e problemi di manutenzione del Cimitero, ipotesi avanzata sia dall'ex presidente della VII Municipalità Maurizio Moschetti che da Vincenzo Tammaro, presidente dell'Associazione Incaricati Confraternite Cimiteri di Napoli. "Non credo proprio ci sia un collegamento tra la manutenzione e il crollo. Ci sono dei lavori in corso per la metropolitana ed è una possibilità che le cause siano da cercare lì. Per ora, però, non possiamo dire altro". 

Per ora, non arrivano repliche da Metropolitana di Napoli, la società che si occupa della realizzaziomne della rete di stazioni. Da quanto si apprende, a causare il cedimento nella galleria sotterranea sarabbe stata una enorme quantità d'acqua fuoriscita durante le operazioni di scavo. Al momento, gli sforzi dell'azienda sarebbero profusi tutti nel tentativo di tamponare l'infiltrazione. 

Il crollo ha riguardato la porzione di un edificio di tre piani del cimitero monumentale. Sarebbe avvenuto intorno alle 9.30 del mattino e al momento la zona è interdetta alla cittadinanza. Nel cedimento sono state coinvolte anche 200 salme circa, fuoriscite dai loculi distrutti o scoperchiati. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo cimitero. Il Comune: "Ipotesi lavori della Metro. Situazione complessa"

NapoliToday è in caricamento