rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca

“Ho trovato Cristian D'Alessandro molto provato”

A commentare le condizioni in cui si trova l'attivista di Greenpeace appena tornato a Napoli dopo la sua prigionia in Russia è Alessandro Giannì, direttore delle campagne dell'associazione ambientalista

Cristian D'Alessandro è tornato a casa, “molto provato, stanco e anche dimagrito”. A descrivere così l'attivista di Greenpeace scarcerato dopo due mesi di prigionia in Russia è Alessandro Giannì, direttore delle Campagne dell'associazione ambientalista.

L'ultimo mese il giovane napoletano l'aveva trascorso fuori dal carcere (libero su cauzione), ma senza la possibilità di rientrare in Italia. “Gli ultimi giorni sono stati complicati – ha aggiunto Giannì, che è andato di persona a visitare D'Alessandro – Ma è riuscito ad avere i documenti necessari per tornare a casa”. Sulle scale del suo appartamento Cristian ha trovato uno striscione con su scritto “Bentornato”, ad opera di due bambini suoi vicini.

Gannì ha commentato anche l'eventualità che D'Alessandro torni presto in campo con l'associazione ambientalista per nuove azioni dimostrative: “Noi non ci fermiamo, Cristian è un volontario e decide lui. Greenpeace continua la campagna e sta già denunciando il fatto che la stessa piattaforma sulla quale Cristian e gli altri sono stati arrestati sta violando le leggi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ho trovato Cristian D'Alessandro molto provato”

NapoliToday è in caricamento