Ticket Unico Campania, la rabbia di 140 lavoratori: "Vogliamo risposte"

Ancora nessuna soluzione per la vertenza Giraservice, l'azienda che da oltre 20 anni distribuisce i titoli di viaggio del trasporto campano. La denuncia dei sindacati: "La nuova gara della Regione salva solo il 20 per cento dei dipendenti".

Non c'è pace per i 140 lavoratori della Giraservice, l'azienda che da oltre 20 anni si occupa della distribuzione dei biglietti Unico Campania e che oggi vive una crisi senza ritorno. I debiti dell'azienda hanno spinto il Consorzio Unico a sospendere l'appalto e una parte dei dipendenti, quelli impiegati nella distribuzione, sono stati messi in cassa integrazione. 

C'era grande attesa per la nuova gara bandita dalla Regione Campania, che avrebbe dovuto garantire il passaggio di cantiere a tutte le unità lavorative: "Invece la strada intrapresa sembra un'altra - denuncia Fiscascar Cisl e Ugl Terziario - perché la clausola di salvaguardia inserita nella nuova gara salverà solo il 20 per cento dei dipendenti: è inaccettabile". 

Per questo motivo, una delegazione ha preso parte al sit-in davanti a Palazzo Santa Lucia, chiedendo l'immediato intervento del presidente Vincenzo De Luca. Nel frattempo, continuano i problemi per gli utenti perché con la crisi in atto trovare un biglietto per il trasporto pubblico locale è sempre più difficile. In via emergenziale, la distribuzione è stata affidata a un'altra società in attesa del nuovo appalto, ma sembra che non tutto vada per il verso giusto e, soprattutto in provincia, i ticket sono diventati merce rarissima. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Ticket Unico Campania, la rabbia di 140 lavoratori: "Vogliamo risposte"

NapoliToday è in caricamento