menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crescenzio Sepe: "Andiamo in strada a portare il pane della vita vera"

L'omelia in occasione della chiusura dell'Anno santo della Misericordia: "Dobbiamo risvegliare, come ci esorta Papa Francesco, la nostra coscienza assopita di fronte al dramma della povertà"

Crescenzio Sepe, nell'omelia della celebrazione per la chiusura dell'Anno santo della Misericordia, ha invitato ad "andare nelle strade delle nostre città e a portare a tutti i fratelli e sorelle, che ci chiedono solidarietà ed amicizia, il pane della vita vera, l'acqua della dignità, la coperta della carità, praticando le opere della Misericordia già iniziate negli ultimi anni".

"Molte sono le fiammelle che sono state accese, ma che non eliminano le tante ombre che continuano ad esistere nel nostro cammino pastorale e che mostrano la necessità di andare avanti con generosità e responsabilità - ha spiegato il cardinale - Oggi finisce ufficialmente l'Anno Giubilare, ma la porta spirituale della Misericordia continua a rimanere aperta perché sarà sempre aperta la ferita al costato di Cristo trapassato da una lancia; questa ferita è uno squarcio dischiuso sulla misericordia divina, destinato a rimanere spalancato per sempre dallo stesso Signore".

E ancora: "Dobbiamo risvegliare, come ci esorta Papa Francesco, la nostra coscienza spesso assopita di fronte al dramma della povertà, ed entrare sempre più nel cuore del Vangelo, dove i poveri sono i privilegiati della misericordia divina".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento