rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Covid, Tommasielli (Unità di Crisi): "Niente tamponi a chi non si vuole vaccinare"

La dottoressa usa il "pugno duro" contro chi sceglie di non vaccinarsi

"Non effettuerò tamponi a chi non si vuole vaccinare". A parlare è la dottoressa Pina Tommasielli, membro dell'Unità di Crisi regionale per l'emergenza Covid. In un post social, la dottoressa annuncia il pugno duro contro i No Vax. 

"Il ministro Speranza sottolinea il carattere universalistico del nostro SSN come condizione per curare gratuitamente, anche chi non si vaccina. Condivido, ma come medico di famiglia ho deciso due cose: 1) non effettuerò tamponi a chi non si vuole vaccinare; 2) i miei pazienti 'non vaccinati per scelta' che si ammaleranno di Covid saranno prima da me curati e poi ricusati, perché il loro rifiuto a vaccinarsi è indicativo di una carenza di fiducia che è alla base di ogni corretto rapporto medico-paziente", scrive la Tommasielli.

"No vax mina vagante per salute pubblica"

Le parole della dottoressa sono arrivate ieri, come detto, via social. Questa mattina, però, in un'intervista a Radio CRC ha usato toni più pacati: “Pur salvaguardando il carattere equo e solidale, il medico di medicina generale si sceglie. Se mi scegli vuol dire che ti fidi di me. Se non ti fidi di me io ti curo, ma poi ti ricucio. Il tampone non può essere un ammortizzatore per chi non vuole vaccinarsi. Il No-Vax rappresenta una mina vagante per la salute pubblica”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Tommasielli (Unità di Crisi): "Niente tamponi a chi non si vuole vaccinare"

NapoliToday è in caricamento