Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid, l'Anaao: "I numeri della Regione sui posti letto male interpretati"

Pierino Di Silverio, vicepresidente campano dell'associazione di medici: "I posti annunciati da De Luca non sono nuovi, ma riconvertiti da altri reparti. Sono conteggiati anche i posti delle strutture accreditate, che possono accogliere solo pazienti non gravi"

 

Mentre prosegue il braccio di ferro istituzionale tra Governo e Regione, con gli ispettori a verificare se i numeri forniti dalla Campania sono reali, i cittadini si chiedono dove sia la verità. "La verità è che i numeri della sanità campana sono male interpretati. - spiega Pierino Di Silverio, vicepresidente campano dell'Anaao Assomed, l'associazione dei medici dirigenti - Quando ci dicono che verranno attivati nuovi posti letto non ci dicono che quei posti non sono nuovi, ma riconvertiti da altri reparti. Inoltre, non viene fatta menzione che quei dati conteggiano anche i posti delle strutture accreditate, le quali possono accogliere solo pazienti non gravi. Ciò significa che per i pazienti che soffrono di più i posti sono davvero quasi finiti". 

L'Anaao non risparmia critiche anche al Governo: "De Luca ha chiesto da tempo un lockdown con ristori degni di questo nome. E' assurdo che da Roma considerino ancora la Campania come area gialla di fronte alle difficoltà che aumentano ogni giorno. Ormai abbiamo riconvertito tutta la nostra Sanità in una Sanità Covid, che cosa deve accadere affinché il Governo se ne accorga?" 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento