rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Il Coronavirus rallenta, la Regione chiude i Covid Hospital

Tornato i pazienti 'normali' al Loreto Mare; riapre il pronto soccorso del San Giovanni Bosco; i posti letto dell'Ospedale del Mare di nuovo a disposizione dei reparti

nota regionale ospedali covid frontespizio-2L'ondata autunnale al momento non c'è. Un motivo per immaginare un ritorno alla normalità degli ospedali napoletani che, in toto o parzialmente, sono entrati nella rete Covid. Il riferimento è, in particolare, a Loreto Mare, Ospedale del Mare e San Giovanni Bosco. La chiusura, nei giorni scorsi, del Pronto soccorso del Cardarelli ha riacceso i riflettori sulla mancanza di Dea di secondo livello, ancora di più da quando è cominciata la pandemia. 

Perciò, la Regione Campania, con una nota del 7 ottobre 2021, ha disposto i ritorno all'epoca pre-Coronavirus. "Si registra un continuo aumento di pazienti non Covid - si legge nel documento - Tale incremento si registra soprattutto nell'Ospedale Cardarelli. Tra le cause, c'è a riconversione di alcuni ospedali in Covid Hospital e la conseguente riduzione dei pronto soccorso". 

Quindi, la nota regionale dispone: "Ricondurre il Loreto Mare a struttura di ricovero per pazienti non Covid;nota regionale ospedali covid-2 riportare i posti letto dell'Ospedale del Mare alla originaria destinazione; riattivare il pronto soccorso del San Giovanni Bosco". Non si fa menzione di date, ma per accelerare i tempi "...i direttori di Asl Napoli 1 e dell'Azienda ospedaliera dei Colli devono un cronoprogramma per la tempestiva ricollocazione dei pazienti Covid". Alla basa di questa decisione non c'è solo l'affollamento del Cardarelli, ma anche la riduzione progressiva dei casi Covid sintomatici.

Coinvolti nella riorganizzazione anche gli ospedali universitari della Federico II e della Vanvitelli, che dovranno "...incrementare i posti a disposizione del Cardarelli per raggiungere la quota prevista dalla nota del 16 giugno 2021". Così come il Pascale dovrà comunicare quotidianamente la quantità di posti di Oncologia da garantire sempre al Cardarelli. 

Se il Covid si avvia a diventare endemico, come affermato anche dal direttore dell'Azienda dei Colli Di Mauro, il sistema sanitario regionale dovrà affronta ora la storica carenza di posti e il cronicizzarsi di patologie che nulla hanno a che vedere con il Coronavirus, ma che in oltre un anno e mezzo sono state accantonate. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Coronavirus rallenta, la Regione chiude i Covid Hospital

NapoliToday è in caricamento