Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo sfogo del ristoratore: "Perché il divieto di asporto? Ci state uccidendo"

Il titolare della Trattoria Napoli Notte: "I miei dipendenti non hanno ancora visto un euro di cassa integrazione"

 

Un potenziale cliente si avvicina all'ingresso del ristorante e chiede una pizza da asporto; il ristoratore prima gli spiega che l'ordinanza non lo consentirebbe, poi gli dice "fatti il giro della piazza, torna e te la faccio trovare". Nessuna violazione delle norme anti-covid, quella di Dario Russo, responsabile della Trattoria Napoli Notte di piazza Carità, è un'amara gag per accendere i fari sulle difficoltà del settore. 

"Che senso ha il divieto da asporto? - si chiede - Ci stanno uccidendo. Le persone non vengono per paura e adesso non possono neanche ordinare una pizza o un primo piatto. Inoltre, i miei dipendenti non hanno ancora avuto un euro di cassa integrazione". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento