Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Manca l'ossigeno, un farmacista: "Così è impossibile curarsi a casa"

L'emergenza legata alla pandemia da Covid ha portato all'esaurimento delle scorte: "Chi lo richiede per le urgenze deve attendere due o tre giorni"

 

La 'fame' di ossigeno è una delle principali conseguenze del contagio da Covid-19. Se in ospedale non si registra ancora un allarme per l'apporrigionamento, il discorso è diverso per le farmacie napoletane. "E' sempre più difficile reperire ossigeno -spiega Roberto Bastianino, farmacista del Vomero - Se prima chi lo chiedeva d'urgenza lo riceveva in poche ore, adesso sono necessari due o tre giorni. Per quanto riguarda la mia farmacia, da dieci giorni chiediamo alle aziende di fornircelo, ma non abbiamo risposta. Ci dicono, in caso di contagio, di curarci nel nostro domicilio, ma senza ossigeno come è possibile? Se continua così, mancherà del tutto. Per questo la mia categoria chiederà sempre il lockdown". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento