rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022

Rischio codice nero, l'allarme dei medici: "Vaccino obbligatorio o sarà emergenza"

Il presidente dell'Ordine Zuccarelli: "Oggi le cure sono garantite a tutte, ma se la pressione sugli ospedali dovesse aumentare ancora i medici potrebbero dover dare priorità ad alcuni pazienti piuttosto che ad altri"

"Non metteteci nelle condizioni di scegliere chi salvare". Il grido d'allarme è di quelli che è difficile da ignorare perché arriva direttamente dall'Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri di Napoli. Bruno Zuccarelli, il presidente, non ci gira troppo attorno: "Oggi ancora riusciamo a garantire le cure in tranquillità a tutti, ma l'enorme crescita della pressione sulle strutture ospedaliere potrebbe portare, tra qualche settimana al codice nero, cioé a mettere nelle condizioni un medico di scegliere quali pazienti curare". 

A due anni di distanza dall'inizio della pandemia è ancora il Covid-19 a mettere a rischio la tenuta del sistema sanitario regionale. Il picco della quarta ondata è previsto per fine gennaio, poco tempo per prendere decisioni drastiche: "Una potrebbe essere quella del vaccino obbligatorio per tutti, anche per i ragazzi perché un contagiato su quattro è under 20". 

Il personale sanitario è allo stremo combatte la guerra con armi spuntate: "Tutti sono sotto stress - prosegue Zuccarelli - dal personale ospedaliero ai medici di base, passando per il 118. Il rischio di commettere errori in queste condizioni aumenta, così come aumentano le aggressioni che si subiscono da gente esasperata per le lunghe attese".  

Sarebbe lecito chiedersi come sia possibile trovarsi in ginocchio di fronte al virus ancora una volta, con i pronto soccorso intasati, le code davanti agli ospedali, la necessità di chiudere nuovamente le scuole, "Non è vero che in 24 mesi non è cambiato nulla - replica Zuccarelli - oggi abbiamo i vaccini e mentre un anno fa eravamo in lockdown oggi la vita va avanti e non si ferma. Per questo ci appelliamo al Governo perché introduca l'obbligo vaccinale per tutti". 

I prossimi giorni saranno cruciali per capire quale sarà il trend: "Il picco arriverà a fine gennaio. Dobbiamo vaccinarci e resistere. Perché ci sia una decongestione è necessario prima stabilizzare, poi far diminuire il numero di contagi".  

Sullo stesso argomento

Video popolari

Rischio codice nero, l'allarme dei medici: "Vaccino obbligatorio o sarà emergenza"

NapoliToday è in caricamento