Venerdì, 12 Luglio 2024

Studenti contro il Governo: "Giù le mani dalla 194. Stop all'alternanza"

Il corteo ha attraversato le strade del centro di Napoli. Flash mob davanti a una scuola, con manifestanti in tutta da lavoro e sporchi di sangue

Il Governo ancora non c'è, ma ha già dei nemici. Sono i ragazzi del coordinamento Kaos e degll'Unione studenti Napoli che hanno sfilato per le strade del centro ponendo alcuni temi. In primis, la preoccupazione per la deriva autoritaria di un Esecutivo guidato dalla destra meloniana, i pericoli dell'alternanza scuola-lavoro che ha mietuto tre giovani vittime in pochi mesi e la proposta di modifica della legge 194, quella sull'aborto, presentata da Maurizio Gasparri. 

Il corteo, circa un migliaio di persone, è partito da piazza Garibaldi per percorrere via Cesare Rosaroll, alla fine della quale è scattata la prima azione. Armati di vernice e bombolette hanno coperto le scritte che richiamavano al fascismo e inneggivano al movimento di estrema destra Casapoud. Proseguendo su via Foria, i manifestanti si sono fermati davanti a un istituto dove alcuni studenti, vestiti con tute da lavoro si sono stesi per terra, mentre alcuni compagni li imbrattavano con vernice rossa, a rappresentare il sangue versato da Lorenzo, Giuseppe e Giuliano, morti in fabbrica mentre svolgevano attività di alternanza scuola-lavoro. 

Terza tappa del percorso davanti al Museo nazionale, dove è stato esposto uno striscione a difesa della legge 194, con richiesta di potenziamento dei servizi sanitari per le donne che decidono di abortire. La manifestazione si è chiusa in piazza Dante, intorno alle 12. 

Video popolari

NapoliToday è in caricamento