rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Via Capodimonte

Block BCE: disoccupati, precari e studenti in piazza contro l'Austerità

In migliaia contro il vertice della Bce. Il corteo riceve la solidarietà di alcuni residenti dei Colli Aminei affacciati ai balconi. Città blindata, momenti di tensione all'arrivo a Capodimonte

Studenti, disoccupati, precari: questa mattina sono scesi in migliaia a Napoli per quella che era stata annunciata dai movimenti come "la quinta giornata di Napoli". In tanti per protestare contro l'austerità, contro precariato e povertà e contro il Vertice della Banca Centrale Europea in corso alla Reggia di Capodimonte.

Tra i tremila e i cinquemila, per gli organizzatori, sono stati i manifestanti che, partendo dal piazzale antistante la stazione della metropolitana dei Colli Aminei hanno affollato le strade del quartiere fino ad arrivare a Capodimonte, per poi proseguire ancora verso il centro storico e sciogliersi intorno alle 15 a Piazza Bovio. Al centro storico il corteo è arrivato festoso tra i vicoli sulle note di Nino D'Angelo. Simbolicamente, i manifestanti lungo il percorso, hanno anche indossato delle maschere di Pulcinella.

Lungo il Viale Colli Aminei, i manifestanti hanno riscosso anche la solidarietà di molti curiosi affacciati ai balconi che hanno applaudito a quanto dichiarato ai megafoni. Lungo applauso anche al passaggio davanti al CTO, dove in tanti (personale e pazienti) erano affacciati alla balconata.

                                      >>> GUARDA IL VIDEO <<<

"Basta all'Austerità" è stato il grido unanime della protesta: "Siamo precari e disoccupati, non vogliamo più pagare una crisi che non abbiamo creato".

Corteo contro vertice Bce Napoli - foto Viviana Graniero/NapoliToday

"Oggi Napoli dice no ai tagli dei servizi e dei diritti - ci dice una docente precaria da ben 13 anni, che insegna latino e greco -, le banche e le oligarchie finanziarie ci stanno strozzando e tagliando ogni orizzonte di speranza. Come docente precaria sono qui per manifestare soprattutto l'indignazione contro un sistema che vuole asservire la scuola, la ricerca e il libero pensiero al mercato e alle sue logiche".  "Adesso basta, stanno creando un mondo disumano" dice ancora l'insegnante.

                                            >>> GUARDA IL VIDEO <<<

"Si è creato un clima di terrore in città alla vigilia di questa manifestazione. Hanno detto che siamo violenti, ma non siamo noi i violenti. In piazza oggi ci sono precari, disoccupati, studenti, gente strozzata da una crisi di cui non ha colpa, ma che continua a pagare. Allora i veri violenti sono quelli che oggi stanno rinchiusi alla Reggia" gridano i manifestanti dal megafono.

Un corteo pacifico. Momenti di tensione si sono registrati solo all'arrivo del corteo a Capodimonte, a poche decine di metri dall'ingresso del bosco: faccia a faccia tra le forze dell'ordine schierate in assetto antisommossa a chiusura della "zona rossa" e un gruppo di manifestanti a volto coperto, distaccatosi dal corteo, che ha formato un cordone, rimasto però fermo a qualche metro dallo schieramento di polizia. Un manifestante, invece, è salito su una scala nel tentativo di scalare il muro di cinta della reggia di Capodimonte con un cartello di protesta. Le forze dell'ordine hanno usato gli idranti e i lacrimogeni per disperdere la catena umana e i manifestanti hanno risposto con il lancio di petardi. L'attivista salito sulla scala è stato fermato e poi rilasciato quando il corteo è giunto al centro storico.

                                            >>> GUARDA IL VIDEO <<<

Corteo contro vertice Bce - gli scontri @V.Graniero/NapoliToday

.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Block BCE: disoccupati, precari e studenti in piazza contro l'Austerità

NapoliToday è in caricamento