Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Corteo per Ciro Esposito, la madre: "Nessuno sconto a De Santis"

 

"Chiediamo che non venga fatto nessuno sconto a Daniele De Santis. Mio figlio non c'è più da tre anni e lui deve pentirsi in carcere". Parole decise quelle di Antonella Leardi, la madre di Ciro Esposito, il 29enne tifoso del Napoli morto nel 2014 a seguito di uno scontro con alcuni ultras romanisti. La donna ha guidato un corteo fino alla Prefettura di Napoli per chiedere la conferma della sentenza di primo grado, che ha condannato Daniele De Santis, colpevole di aver esploso quattro colpi all'indirizzo di Ciro, a 26 anni di carcere. Nel processo di appello, il procuraotre generale ha chiesto una riduzione della pena, in quanto si sostiene che De Santis abbia sparato a seguito di una aggressione subita. Una ricostruzione che non convince Antonella Leardi e il popolo che in questi tre anni si è riunito intorno alla vicenda di Ciro Esposito. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento