Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Appalti e corruzione: 69 arresti in Campania |VIDEO

 

Sono 69 le ordinanze di custodia cautelare (36 in carcere, 30 ai domiciliari e tre con altre misure restrittive) emesse nei confronti di amministratori locali, funzionari pubblici, imprenditori, professori universitari, politici, commercialisti, ingegneri e “faccendieri”.

Sono accusati, a vario titolo, di corruzione ed altre gravi irregolarità nelle gare di appalto pubblico realizzate in varie province campane, talvolta anche al fine di agevolare organizzazioni criminali di stampo camorristico. L'indagine è nata da un'inchiesta sul clan Zagaria, fazione dei Casalesi.

SISTEMA - Un gruppo di colletti bianchi è accusato di aver inciso "in modo determinante" sull'aggiudicazione di gare d'appalto a favore di imprese predesignate riconducibili a personaggi legati ai Casalesi. Diciotto gli appalti al centro dell'inchiesta, tra cui lavori alla Mostra d'Oltremare di Napoli e in vari Comuni, opere per una scuola, per l'Azienda regionale diritto allo studio, per un impianto di cremazione al cimitero di Pompei e per il nuovo museo archeologico di Alife.

L'ELENCO COMPLETO DEGLI APPALTI INCRIMINATI

Tra i politici raggiunti dalla misura cautelare il consigliere regionale Pasquale Sommese (Ncd), ex assessore al Turismo della Regione Campania (che ha accusato un malore al momento della notifica).  Agli arresti anche il sindaco di Aversa, Enrico De Cristofaro, i sindaci di Riardo, l'ex sindaco di Pompei D'Alessio (ai domiciliari). L'indagine ruota attorno all'ingegnere Guglielmo La Regina e per tale ragione l'inchiesta prende il nome di "The Queen".

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento