Mercoledì, 27 Ottobre 2021

I laboratori privati: "Ci proibiscono di eseguire i tamponi"

Il presidente del Consorzio Lab in Progress: "Potremmo aiutare gli ospedali con 500 analisi al giorno, ma un decreto ce lo impedisce. In Campania solo un quarto dei tamponi usati nel Lazio"

"I numeri che la Campania fornisce sul contagio da Covid-19 non sono credibili perché è la Regione che esegue meno tamponi". Dario Mattia, presidente del Consorzio Lab in Progress che riunisce oltre quaranta laboratori d'analisi privati su tutto il territorio regionale, torna a mettere il dito in una delle piaghe di questa emergenza sanitaria: "Il Lazio ne fa il quadruplo - afferma Mattia - ed è ovvio che i contagiati aumentano proporzionalmente ai tamponi. E' evidente che in Campania ci siano moltissimi asintomatici che girano senza sapere di avere il virus. Senza contare che le persone muoiono in casa e su di loro non viene fatto il tampone. Si tratta di decessi che non vengono inseriti nei numeri che vengono dati. Per questo motivo, abbiamo offerto alla Regione il nostro contributo. La nostra piattaforma potrebbe eseguire fino a 500 tamponi al giorno". 

Questo, però, non è possibile a causa di un decreto firmato dal presidente De Luca: "Siamo nell'unica regione dove c'è un decreto del genere, che impone che ogni analisi relativa al Covid-19 sia realizzata solo da ospedali pubblici. Ci sono molti direttori di cliniche private, case per anziani o titolari d'azienda che vorrebbero sottoporre personale e pazienti al tampone, ma non ci è possibile farlo per via di questo decreto. Se potessimo operare, invece, eviteremmo la creazione di focolai". 

Il tampone realizzato dai laboratori del consorzio avrebbe un costo tra i 40 e i 50 euro, con la possibilità di avere i risultati in giornata. "Non sarebbe una spesa che graverebbe sulle casse pubbliche - specifica il presidente - perché parliamo di aziende che sarebbero disposte a sostenere i costi pur di essere certi di lavorare in totale sicurezza". Fino a oggi, da Palazzo Santa Lucia nessuna risposta: "Tra le righe delle comunicazioni ufficiali abbiamo capito che ci chiameranno solo se la situazione dovesse peggiorare. Spero che a quel punto non sia troppo tardi". 

Video popolari

I laboratori privati: "Ci proibiscono di eseguire i tamponi"

NapoliToday è in caricamento