Covid in classe, il racconto di una madre: "Scuola e Asl assenti, funziona meglio la chat dei genitori"

L'esperienza di un caso di Coronavirus nella classe di sua figlia. Lunghe attese, nessuna comunicazione e istituzioni assenti

Scuola, immagine d'archivio (Ansa)

Sta facendo discutere il post di una professoressa e mamma napoletana, Paola Lattaro, a proposito della situazione Covid-19 nelle scuole ed in particolare in quella di sua figlia. "In classe di mia figlia la scorsa settimana viene fuori che c’è un ragazzino positivo al covid - racconta - Lo veniamo a sapere perché nella chat dei genitori ci avvisa la mamma del ragazzo. La scuola muta. Dopo qualche giorno in cui, autonomamente, noi genitori decidiamo di tenere i ragazzi a casa (per i quali intanto è stata attivava la Dad), riceviamo una mail dalla scuola che ci dice che entro 72 ore saremo contattati dall’Asl. Passano i giorni, nessuna notizia. Vista la situazione, lunedì decido di far fare un tampone a mia figlia privatamente.

La figlia la mattina successiva le dice che non ci sarà Dad, perché tutta la classe deve andare al Frullone a fare il tampone. "Così dicono sul gruppo di classe, mamma, vedi un po’ che si dice sulla chat dei genitori". Nella chat c'è la conferma, ma la donna non ha ricevuto alcuna comunicazione. "Scopro - prosegue - che il medico di base del ragazzo positivo ha parlato con la mamma del ragazzo, chiedendole poi la gentilezza di comunicare a tutti i genitori dell’appuntamento di stamattina. La mamma del ragazzo, quindi, avvisa la scuola con una mail e i genitori sulla chat. La mamma del ragazzo! E io che, come credo molti, non riesco a stare dietro al bombardamento quotidiano di messaggi, e ammetto che quelli delle chat dei miei figli a volte cerco di sparagnarmeli, mi sono persa una comunicazione che mi aspettavo di ricevere dall’Asl o dalla scuola, che invece non mi hanno filato manco di striscio. Praticamente le chat dei genitori sono l’ultima frontiera del modello Sanità della Regione Campania".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna attacca poi De Luca, reo secondo lei di presentare una realtà in cui tutto funziona benissimo, e che se si diffonde il contagio è colpa dei cittadini. "Inutile dire, infine, che qui al Frullone, mentre aspettiamo che i ragazzi facciano il tampone, stiamo tutti vicini, vicini. Appassionatamente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Protesta Whirlpool, operai bloccano l'imbocco dell'A3: auto incolonnate

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • SuperEnalotto da capogiro a Bacoli, vincita da mezzo milione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento