Coronavirus nel noto ristorante di Massa Lubrense, positivi tre camerieri

È il caso venuto alla ribalta dopo le parole di Vincenzo De Luca, che aveva erroneamente posizionato il locale a Vico Equense, finalmente chiarito. Resta il mistero dei clienti che hanno dato false generalità e che sono quindi irreperibili

Si è finalmente chiarita, in queste ore, la situazione relativa al ristorante di cui aveva parlato Vincenzo De Luca in un'intervista alcuni giorni fa, ovvero quello in cui erano transitati dei turisti poi risultati positivi al Coronavirus.

I giovani romani, provenienti dal Cilento e poi diretti a Capri, tornati nella Capitale e lì trovati positivi, erano stati non a Vico Equense come aveva detto il governatore ma in un noto ristorante di Massa Lubrense, questo il 17 luglio scorso. È giunta notizia che tre camerieri del ristorante sono risultati essere positivi asintomatici.

I camerieri sono stati sottoposti a controlli come tutto il restante personale (25 tamponi totali), questo dopo che l'Asl di Roma ha ricostruito i loro spostamenti. I ragazzi avevano pranzato e cenato lo stesso giorno allo stesso tavolo. Mentre i tre camerieri sono stati messi in quarantena, i locali del ristorante sono stati sanificati.

A questo punto sono partite le indagini per controllare chi avesse pranzato nel ristorante quel giorno. Lì, l'assurda scoperta: alcune persone avevano fornito false generalità e numeri telefonici inesistenti, una situazione che di fatto li rende irreperibili e che mette in pericolo loro e chi frequentano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto il sindaco di Massa Lubrense Lorenzo Balducelli, con un post sulla sua pagina Facebook, spiega che c'è un quarto positivo oltre i 3 camerieri, una persona che non ha nulla a che vedere col locale e che è anch'essa già in quarantena. "Il caldo e il senso di rilassatezza generale – sono state le sue parole – hanno indotto molti a sottovalutare le regole. Purtroppo non è ancora finita. Faremo il possibile insieme alla nostra Asl per circoscrivere il problema, ma abbiamo bisogno della collaborazione responsabile di tutti".

La smentita del sindaco di Vico Equense: "Nessun caso nei nostri ristoranti"

Da Luca: "Casi in un ristorante, alcuni clienti hanno dato false generalità"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doccia fredda Tocilizumab, Ascierto: "Nessun risultato statisticamente significativo"

  • Temporali d'agosto in arrivo a Napoli: temperature giù di 10 gradi

  • Fabio Fulco convola a nozze: l’attore di Un Posto al Sole sposerà Veronica

  • Mascherine all'aperto obbligatorie nel napoletano: scatta l'ordinanza

  • Il Coronavirus torna a far paura, due morti: il più giovane aveva 45 anni

  • Ritrovata dopo 24 ore di ricerche, Claudia è in coma farmacologico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento